NEL SILENZIO - MISURA DELLA MEMORIA 

a cura di Loredana Müller

 interventi critici:

Rosa Pierno

allo Spazio polivalente Arte e Valori di Giubiasco  in collaborazione con Suzanne e Kino Carenini

Maria Will 

ad areapangeart incontri d'arte di Camorino

 

L'immagine può contenere: 4 persone, persone che sorridono, persone in piedi

L'immagine può contenere: 2 persone, persone sedute, persone in piedi, persone che camminano e spazio al chiuso

 

Buona sera a tutti, ringrazio infinitamente, Giulia Napoleone, per le sue opere esposte. Una doppia esposizione, tra Areapangeart di Camorino e Arte e Valori a Giubiasco, della coppia Carenini, allestite entrambe con grande cura dalla sottoscritta.

 

Nasce quindi una collaborazione di fiducia consapevole che fare bene implica un arricchimento per il territorio.

 

Ringrazio il critico d'arte Maria Will, che questa sera presenterà l'esposizione qui ad areapangeart, „ Misura della Memoria“ che sogna assieme a noi, gia da tempo, un profondo dialogo tra i linguaggi dell'arte , consapevole che è cosa complessa, meritevole di profonda adesione, dimensione oggi desueta.

 

Ecco qui le opere in olio di Giulia Napoleone, per la prima volta esposte in Svizzera, opere dal formato quadrato: sei tele di un metro, 4 carte di 40 cm ad olio dove saturazione e sfumature d'ogni indicibile blu, aleggiano ... unite ad altre 4+4 carte di 20x20 cm che accompagnano testi di Maria Rosaria Valentini.

 

Percepirete inoltre la composizione musicale in sala di Walter Fähndrich. Sia le opere pittoriche sia la musica stanno tra muro e spazio, metafora tra interno ed esterno . Esse generano una continuità intesa nella dupplice relazione tra atemporalità del visivo e temporalità del suono. Così suoni e opere abiteranno per questi due mesi lo spazio come un tempo infinito e sogno di nuovi luoghi e oserei dire di resistenza.

 

Un Tempo tra opera pittorica e spazio come valore del passaggio inafferrabile, che sostanzia un progetto quello di unire i linguaggi delle arti, e il nostro piccolo gruppo debbo dire ne è entusiasta...

 

Ricordo che c'è un ricco programma di serate dove la dimensione poetica scandirà in altro modo i lunedì, sempre in omaggio alla luna, e a Giulia Napoleone, tra „le pieghe del tempo“ parafrasando Gilberto Isella che modererà le prime tre serate in acquapoetica. Nuovamente, dunque,le serate garantiranno uno spazio di riflessione tra arti visive, poesia e musica.

 

La cartella in sala edita dal Bulino di Roma 2012-2013 è nata tra la Tuscia e il Ticino, e corona una rara intesa tra dimensioni diverse. Il suo titolo è Blu, Viola blu. Viola rosso, rosso. E anche in questo caso vi sorprenderete per la sfida che le due autrici Giulia Napoleone e Maria Rosaria Valentini si lanciano tramite i loro diversi mezzi espressivi.

 

Ringrazio tutti voi di esserci vicini, e debbo ringraziare in particolar modo per la collaborazione Roberto Pellegrini .

 

Bene ora lascio la parola a chi saprà davvero toccare il cuore delle opere con i giusti criteri, e ringrazio assieme a Giulia Napoleone, Maria Will, per raro sentire e non mentire.

 

 

 

Grazie Loredana Müller

 

L'UNA E L'ALTRA GIOCO A

 

DUE PIÙ DUE

 

Giulia Napoleone, Loredana Müller

 

Rosa Pierno, Gilberto Isella

 

 

 

 

 

Il gioco non è mai stato troppo distante dalla pratica artistica, giacché l'arte ha nell'esercizio e nella sperimentazione le sue sponde elettive. Di maniera che la decisione di mettersi alla prova con coppie di parole a cui demandare l'esito delle proprie opere non sorprende affatto nelle due spericolate giocatrici in questione: Giulia Napoleone e Loredana Muller. Nè può sorprendere la scelta del tramite della parola per l'avvio dell'ispirazione, in quanto entrambe avvezze a frequentare poeti, a utilizzarne i versi, a usufruire dei loro rilievi e fratture per avvalersene nella loro pratica artistica, come d'altronde avviene per i poeti Gilberto Isella e Rosa Pierno, anch'essi assidui frequentatori delle immagini delle due artiste da cui sovente hanno tratto pretesto e dedicato versi.

 

 

 

Le parole che ancora per gioco le due artiste hanno voluto rilanciare ai due poeti Gilberto Isella e Rosa Pierno, creando una sorta di filo d'acqua che lega ciò che non si può saldare, traversando le due sezioni del leporello come messaggeri senza oneri, effettuano di fatto il passaggio di un guado. Attestano che c'è una via, una zona di prossimità la quale testimonia di reami accostati visitabili con uno speciale oggetto come nelle favole: il leporello, appunto! ( estratto dal testo di Rosa Pierno)

 

 

 

COLLANA A LEPORELLO AREAPANGEART

 

piccolo centro culturale a Camorino / Ti-CH

 

 

 

Giulia Napoleone (Pescara, 1936) frequenta dal 1965 la Calcografia Nazionale. Nel 1967 ottiene dal Governo Olandese una borsa di studio per il perfezionamento nelle tecniche grafiche presso il Rijksmuseum di Amsterdam. Dal 1973 al 1976 lavora nuovamente alla Calcografia. Partecipa per tre anni ai Corsi Internazionali di Grafica di Urbino. La sua attività espositiva, in tutte le città più importanti in Italia, è presentata dai nomi più prestigiosi della critica d'arte.

 

 

Loredana Müller ( Mendrisio 1964) studia allo CSIA, segue le lezioni di M. Cavalli e M. Huber, tra grafica e arti applicate. Con una borsa di studio, si licenzia in pittura nel 1988 presso l’Accademia di Belle Arti di Roma, ove frequenta i corsi di E. Brunori e G. Strazza. È pittrice, incisore, ceramista. Espone frequentemente in Italia, in Francia, in Svezia, in Romania e in Svizzera, sia in personali che in collettive.

 

 

Rosa Pierno è nata nel 1959 a Napoli, laureata in Architettura, vive a Roma. Dal 1993 è redattrice della rivista Anterem. Collabora alla rivista libretto diretta da Matteo Bianchi, Pagine d’Arte (CH). Insieme a Gio Ferri è co-direttore della rivista Testuale. Co-dirige il blog Trasversale con M. Fresa, G. Isella, S. Iori e L. Müller. Cura una rubrica sull'arte per il sito poesia2punto0. Svolge intensa attività critica nel campo letterario e artistico .

 

 

Gilberto Isella, nato nel 1943, ha studiato lettere e filosofia all’Università di Ginevra. È coredattore della rivista Bloc notes. Attivo come saggista, con numerosi studi dedicati ad autori del passato e contemporanei. Collabora alle pagine culturali del Giornale del Popolo e del Corriere del Ticino. Traduce dal francese (Dupin, Ch.Racine, Vargaftig, Demangeot).